Come scrivere un testo ottimizzato per la SEO

Come si può far risultare il proprio sito tra i primi posti nei risultati di ricerca di Google? Come posso raggiungere il maggior numero di utenti possibile? Si può aumentare il numero di lettori del mio blog?

Queste sono alcune domande che ci si pone quando si vuole raggiungere un pubblico più ampio e ricevere più visualizzazioni. La risposta è semplice: bisogna fare SEO!

La SEO, Search Engine Optimization, è il modo migliore per apparire nella prima pagina di Google o di altri motori di ricerca.

Come scrivere un articolo ottimizzato per la SEO?

Esistono alcune regole per scrivere un articolo o un contenuto del proprio sito ottimizzato SEO:

  1. Scegliete un argomento: prima di scrivere il vostro contenuto, valutate attentamente per quali chiavi di ricerca volete essere raggiunti. Ad esempio, per una pasticceria non è efficace scrivere un articolo sul cibo in generale, ma è più utile un testo che parli di un dolce in particolare
  2. Utilizzate le keywords: le parole chiave sono lo strumento principale per fare SEO. Una volta scelto l’argomento di cui volete parlare, durante la stesura del vostro testo assicuratevi che siano presenti tutte le parole chiave relative al contenuto, ovvero le chiavi di ricerca che potrebbero essere digitate dai potenziali lettori quando compiono una ricerca su Google. Ripetere troppe volte la stessa keyword potrebbe penalizzare il vostro articolo, mentre è molto utile inserire parole chiave che hanno un legame con le altre. Per esempio, se state parlando di seo su WordPress, le parole chiave possono essere “ottimizzazione SEO per WordPress”, “scrivere su WordPress in ottica SEO”, “migliorare l’indicizzazione e la SEO del vostro blog su WordPress”
  3. Date un “tono” al vostro articolo: quando scrivete un testo ottimizzato per la SEO, evidenziate le parole chiave con grassetto, corsivo o sottolineatura. In questo modo i motori di ricerca daranno precedenza e maggiore importanza a queste parole o a queste frasi
  4. Usate le liste: i testi che vengono pubblicati e letti online devono essere sempre più scorrevoli e sintetici rispetto a quelli stampati. Un metodo efficace per riassumere le informazioni più importanti e renderle appetibili per i motori di ricerca è l’uso di liste, con elenchi puntati o numerati. Ad esempio, scrivere un articolo intitolato “10 consigli per” oppure “i 5 metodi più efficaci per” rende il testo più gradevole per i lettori e ne migliora il posizionamento SEO

  5. Strumenti “sotto il cofano”: ci sono alcuni trucchi per la SEO che non sono visibili direttamente nel testo, ma sono presenti nel codice che compone la pagina web. Questo codice viene letto dai motori di ricerca, e quindi deve contenere alcuni elementi importanti:
    1. i tag come <h1> e <h2> indicano ai motori di ricerca che si tratta di un titolo a cui dare importanza. Per questo è bene usarli con i titoli e le parole chiave più importanti
    2. i metatag, ovvero “title” e “description”, in cui bisogna inserire alcune parole chiave principali. Tuttavia, è meglio non ripeterle nel testo o potrebbe essere considerato come spam
    3. i link, sia interni (che indirizzano ad altre pagine del vostro stesso blog), sia esterni (che rimandano ad altri siti). Inoltre, il link non deve essere posizionato su parole come “approfondisci” o “scopri di più”, ma direttamente sulle parole chiave, affinchè vengano considerate ancora più importanti dai motori di ricerca
    4. il nome dei file allegati devono essere pertinenti con il contenuto dell’articolo. Al contrario, nominarli con “documento” o “scheda” è scorretto perché non sono parole attinenti con il nostro articolo

Alcuni esempi su come scrivere articoli ottimizzati in chiave SEO potete trovarlo sul sito www.carlocastellanioculista.it, in cui abbiamo raccolto tutte le parole chiave relative alle diagnosi e alle cure per le malattie e i difetti della vista.

Leave a reply:

Your email address will not be published.

Site Footer

echo arte e comunicazione | www.echo.pv.it | cookie policy | privacy policy