Alessandro Carvani Minetti: un atleta senza limiti

Echo partner per la comunicazione del Record dell’Ora di paraciclismo su pista

 

Alessandro Carvani Minetti, paratleta della nazionale italiana, progetta una nuova impresa sportiva: il Record dell’Ora di paraciclismo su pista.

Echo, in qualità di partner per la comunicazione, mette a punto il progetto #alerecord. Il racconto della sua impresa sportiva disegna per Ale un ruolo di personaggio pubblico, coinvolge il pubblico dall’inizio della stagione fino al suo coronamento, porta i suoi straordinari risultati sportivi all’attenzione della stampa nazionale.

Comunicare una passione

 

orig-ACRB0300Alessandro Carvani Minetti (Pavia, 1978) è un atleta della Nazionale Italiana di paraduathlon.

Nel 2003 un incidente in moto gli causa una grave invalidità agli arti superiori, privandolo quasi completamente dell’uso delle braccia. Da sempre appassionato di sport, dopo la riabilitazione comincia a praticare la corsa, il nuoto e il ciclismo.

 

Echo ha esperienza e sensibilità per lo sport (Università di Pavia, Riso Scotti Volley, Riccardo Poma) e sia per i temi della disabilità: da sempre è sponsor dello Special Team Annabella ’87, squadra di basket di ragazzi affetti da disabilità mentale.

 

Fin dal primo incontro rimaniamo affascinati dalla sua idea di impresa sportiva e decidiamo di proporci a lui in qualità di partner. Il Record dell’Ora è l’occasione per raccontare la disabilità attraverso lo sport (l’uomo, il suo modo di vivere, le sue emozioni) e la passione per lo sport attraverso la disabilità (l’atleta, la fatica, il superamento del non-limite).

Lo storytelling

Il progetto #alecorripernoi è una campagna di comunicazione multicanale mirata alla creazione di un personaggio pubblico dal forte valore simbolico, articolata su tre livelli.

L’uomo: Ale, la sua storia, la sua personalità

Ale è indipendente: lavora, vive da solo, guida l’auto, affronta la sua condizione di disabile con il suo carattere determinato e disincantato, partecipa a incontri pubblici nelle scuole.

L’atleta: i «sogni» non finiscono mai #alecampione

La corsa, il triathlon e il ciclismo da atleta agonista, il beach volley e infine lo sci da amatore: Ale è uno sportivo a tutto tondo. Nel 2015 centra i due più importanti obiettivi della stagione (ma lui li chiama «sogni»): l’Argento agli Europei di paraduathlon e l’Oro ai Mondiali di paraduathlon.

L’impresa: il Record dell’Ora #alerecord

Gli allenamenti, la preparazione della nuova bicicletta, le prove sul circuito di Montichiari e, infine, l’evento.

Le azioni

Ufficio stampa

Azione di ufficio stampa locale e nazionale, iniziata in occasione della vittoria ai Mondiali di Adelaide, con l’obiettivo di garantire la presenza di Alessandro sui media.

Hanno scritto dell’impresa di Alessandro
La Provincia Pavese, Il Giornale di Brescia, Brescia Oggi, Il Giornale, Il Giorno, La Stampa, Il Secolo XIX, la Gazzetta dello Sport e Il Sole 24 Ore. Sky TG Sport 24, Rai TgR Lombardia e Telepavia hanno dedicato un servizio a Alessandro nei loro telegiornali.

.

Web

Il blog alessandrocarvaniminetti.it è il filo che lega tutti i racconti in unica trama: l’uomo, l’atleta, l’impresa. Lo gestisce Ale personalmente.

Il sito web Tutto in sessanta minuti è invece dedicato all’impresa.

Social

La pagina facebook Alessandro Carvani Minetti ha informato i fan di Ale per tutta la durata del progetto, dalla preparazione nei mesi precedenti fino alla conquista del Record, con aggiornamenti in tempo reale. Abbiamo inoltre creato il canale Youtube, per raccogliere le documentazioni visive delle gare.

Per identificare gli aggiornamenti abbiamo ideato tre hashtag diversi: #alecorripernoi per il progetto complessivo, #alecampione per i Mondiali, #alerecord per l’impresa.

Identità visiva

La divisa di Ale è nera per creare un fondo facilmente personalizzabile con i loghi degli sponsor, con una banda iridata sulle bordature della manica per segnare il titolo mondiale.

Locandina, invito e manifesti hanno ripreso l’idea del cronometro e di Tutto in Sessanta Minuti.
Cromie in azzurro per creare un legame con la nazionale e con Pavia, il soggetto del cronometro per esaltare il valore competitivo dell’impresa.

L’evento

Al centro del Velodromo di Montichiari abbiamo allestito un’area tecnica per consentire a partner e sostenitori di condividere con noi l’emozione della gara e un media corner per ospitare i giornalisti.

La conduzione dell’evento è stata affidata a Fabio Tavelli di Sky Sport, che ha curato la telecronaca e i servizi video giornalistici per Sky TG Sport 24. La sua voce è stata di fondamentale importanza per raccontare la performance di Ale.

Sponsor e partner

La storia di Ale contiene tante storie: ogni aspetto del suo confrontarsi con la disabilità attraverso lo sport aggiunge un angolazione diversa da cui osservare l’impresa e coglierne il significato.

Gli sponsor e i partner sono stati invitati prima di tutto a tifare con noi: #alecorripernoi è nato dall’esigenza di rendere l’esperienza di Ale un’esperienza di tutti.

Un ruolo di assoluto primo piano ha avuto Fineco, che ha condiviso fin dal principio il progetto tecnico sportivo di Alessandro ed è stato il principale finanziatore del Record dell’Ora.

Anche Tecnomax Due e Cna hanno convintamente supportato il progetto, dall’inizio fino alla sera del 28 novembre, in cui ci siamo trovati tutti a fare un tifo indiavolato.

L’Università di Pavia è il partner naturale: l’allenatore Paolo Marchetti farà dell’impresa di Ale la sua tesi di laurea.

Il Comune di Pavia, patrocinante, ha portato il Sindaco e l’Assessore allo Sport a fare il tifo a Montichiari. Alessandro sarà in seguito premiato anche con l’attestato della benemerenza cittadina di «San Siro».

Partner d’eccezione Cicli Frugeri (che produce le bici di Ale) e il Raschiani Triathlon Pavese (il team di Ale che ha curato assieme a Echo lo sviluppo della divisa).

Infine, WTB Europe che ha fornito le selle alle bici di Ale e Le Fracce che ha fornito il meritato brindisi finale